Sisma duemiladodici decimo anniversario - regione Emilia Romagna Chiudi il menu
Report Podcast Eventi News Gallery
Facebook Icon Instagram Icon Twitter Icon Linkedin Icon

Altri 5 milioni per i centri storici del cratere

Le misure di sostegno, avviate a inizio 2019, arrivano così a oltre 58 milioni di euro. Finora già finanziati mille progetti nei comuni colpiti dal terremoto del 2012. Le domande dal 3 al 31 maggio.

Share Facebook Icon Twitter Icon Linkedin Icon

Dai bar ai ristoranti, dalle mense alle attività per l’asporto fino alle gelaterie e pasticcerie. Ma anche alberghi, residenze turistico-alberghiere, ostelli e affittacamere nonché attività ricreative o di servizio per associazioni, fino a quelle per l’esercizio della libera professione. Sono le attività per le quali la Regione ha previsto nuovi contributi a fondo perduto per rivitalizzare i centri storici nei comuni colpiti dal terremoto del 2012, dopo un confronto preventivo con sindaci e associazioni di categoria su modalità e criteri.

Con l’ordinanza del presidente della Regione e Commissario delegato per la Ricostruzione, Stefano Bonaccini, si apre un bando, il settimo, che mette a disposizione 5 milioni di euro per sostenere la rivitalizzazione e il ripopolamento dei centri storici dei comuni colpiti dal sisma facendo arrivare la misura, avviata a inizio 2019, a oltre 58 milioni di euro complessivi di contributi a fondo perduto. Sono 13 i comuni interessati: Crevalcore nel bolognese; Bondeno, Cento, Terre del Reno in provincia di Ferrara; Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, Novi di Modena, San Felice sul Panaro, San Possidonio in provincia di Modena; e Reggiolo (Reggio Emilia).

Come per i bandi precedenti, anche in questo caso si è proceduto ad un preventivo confronto con i sindaci dei Comuni coinvolti e con le associazioni di categoria per calibrare al meglio le tempistiche, i criteri di accesso per le imprese, le procedure. Le domande dovranno essere presentate attraverso la piattaforma informatica Sfinge dal 3 al 31 maggio 2022: la procedura di selezione delle domande non sarà a sportello ma di tipo valutativo a graduatoria. L’atto (Ordinanza n. 7 dell’8 aprile 2022) è consultabile all’indirizzo www.regione.emilia-romagna.it/terremoto, nella sezione “Atti per la ricostruzione”, ed è pubblicato sul Bollettino ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna (Burert).

Share Facebook Icon Twitter Icon Linkedin Icon
Previous post Precedente Successivo Next post

Questo sito web fa uso di cookies tecnici e di analytics di prima parte con IP anonimizzati.

Privacy policy Ok